Tu sei qui

Bullismo e cyberbullismo - responsabile del progetto Patrizia Zanella - aggiornato 25-03-2018

Versione stampabileVersione PDF

 

Questa sezione è dedicata ad uno spazio-archivio nel quale troveranno posto le iniziative di formazione e tanti materiali utili per docenti e genitori; la documentazione sulle azioni messe in atto dal nostro Istituto e i dettami della legge in merito alla prevenzione di bullismo e cyberbullismo.

BULLISMO E CYBERBULLISMO: IL PROGETTO 2017-18 DELL’ISTITUTO “DON BOSCO”

Il progetto dell’a.s. 2017-18 sulle tematiche del bullismo e del cyberbullismo fa tesoro delle esperienze degli anni passati e segue lo sviluppo della Legge nazionale sul bullismo e cyberbullismo. Si tratta della Legge 29 maggio 2017, n. 71, “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo”, alla cui lettura si rimanda (VEDI qui Il testo della legge)
Il progetto rientra nell’area del POF dedicata all’Educazione alla Cittadinanza ed intende promuovere una cultura alla convivenza pacifica e alla costruzione di una società interculturale e sostenibile e un uso consapevole, sicuro e adeguato delle potenzialità e degli strumenti offerti dalle nuove tecnologie per accrescere le competenze.

Parte del Progetto viene finanziato dalla Regione Veneto (DDR n. 83 del 17 novembre 2017) con lo strumento dei Voucher educativi per la promozione dei diritti umani e della cultura di pace nelle scuole.
Il progetto, rivolto alle classi terze della Scuola Secondaria di primo grado,  prevede l'attuazione di un percorso educativo sulla tematica del bullismo come violazione dei diritti umani.
In particolare, l'intervento si focalizza sull'analisi e sul potenziamento dei processi di
inserimento nel gruppo e di gestione positiva delle relazioni tra coetanei all'interno della scuola, allo scopo di prevenire episodi di prepotenze e di vittimismo.
Tra le finalità del progetto vanno sottolineate: la promozione del benessere, la prevenzione dei comportamenti di prepotenza tra pari e la prevenzione del disagio scolastico.
Il progetto è svolto in collaborazione con le associazioni Ares  e Cooperativa Sociale Il Mosaico che garantiscono esperienza e professionalità attraverso l’azione di esperti formatori e di psicologi psicoterapeuti.
Le modalità didattiche utilizzate prevedono il coinvolgimento attivo di tutti gli studenti,
promuovendo la riflessione spontanea sui temi proposti e la partecipazione emotiva alle attività proposte. Nello specifico, attraverso le attività di gruppo, gli operatori coinvolti nel progetto condurranno i ragazzi verso lo sviluppo di una maggior consapevolezza delle dinamiche relazionali presenti sia all'interno che all'esterno della classe, con l'obbiettivo di favorire la costruzione di possibili soluzioni a situazioni di malessere e disagio del singolo e del gruppo.
Attraverso giochi di ruolo, attività di gruppo e discussioni verranno inoltre sviluppate la coesione e la cooperazione gruppale: fattori che possono agire come elementi di prevenzione della condotta aggressiva tra pari.

A seguito di esigenze emerse, si prevede la prosecuzione degli interventi fino al termine dell’anno scolastico.

INIZIATIVE DI FORMAZIONE E INCONTRI CON ESPERTI

In merito agli interventi previsti  dall’applicazione della legge n°71 del 2017, la Regione Veneto ha indetto il corso di formazione regionale  “Dall’altra parte del bullismo” finalizzato alla formazione di due referenti per ogni istituto scolastico statale del Veneto.

Il corso ha l'obiettivo di fornire ai docenti sia gli aggiornamenti relativi alla legge 71/2017 sul cyberbullismo sia le competenze psico-pedagogiche  per la promozione del welfare dello studente.

BULLISMO E CYBERBULLISMO CONOSCERLO PER PREVENIRLO

Il termine bullismo deriva dall'inglese che significa “usare bullismo bullying (to bull) prepotenza, maltrattare, intimidire, intimorire”. Tale definizione è entrata ormai nell'uso corrente per indicare il fenomeno della relazione che si instaura tra soggetti minorenni e che si manifesta essenzialmente sotto forma di pressione fisica e/o psicologica messa in atto reiteratamente da una o più persone (bulli) nei confronti di un altro individuo percepito come più debole (vittima). L'esperienza degli ultimi anni ha dimostrato che lo scenario principale in cui trova collocazione il fenomeno del bullismo è il contesto scolastico. Le conseguenze psicologiche (e spesso fisiche) del bullismo sulla vittima sono di diversa natura e intensità; normalmente ne deriva un senso di insicurezza, calo dell'autostima, difficoltà di relazione a scuola e in famiglia, cali nel rendimento scolastico. Recenti episodi di cronaca hanno persino dimostrato come episodi di bullismo sono stati causa (o concausa) di atti di autolesionismo a volte purtroppo estremi.
Il cyber bullismo e la manifestazione in Rete del fenomeno più ampio del bullismo. Il cyberbullismo definisce un insieme di azioni aggressive e intenzionali, di una singola persona o di un gruppo, realizzate mediante strumenti elettronici (sms, mms, foto, video, email, chatt rooms, istant messaging, siti web, telefonate), il cui obiettivo e quello di provocare danni ad un coetaneo incapace a difendersi.
Oggi la tecnologia consente ai bulli di infiltrarsi nelle case delle vittime, di materializzarsi in ogni momento della loro vita, perseguitandole con messaggi, immagini, video offensivi inviati tramite smartphone o pubblicati sui siti web tramite Internet. E’ così che il bullismo diventa cyberbullismo.

RISORSE DI APPROFONDIMENTO

Generazioni connesse

Il portale di riferimento del MIUR per le azioni di prevenzione e contrasto del bullismo e del cyberbullismo è http://www.generazioniconnesse.it/site/it/home-page/. Sul portale sono state pubblicate le “Linee di Orientamento per la prevenzione e il contrasto del cyberbullismo” e molti  materiali di supporto.

Noi siamo pari


 

Sul sito http://www.noisiamopari.it/site/it/home-page/ è pubblicato il Piano nazionale per l'educazione al rispetto, finalizzato a promuovere in tutte le scuole d’Italia una serie di azioni educative e formative tese alla promozione dei valori sanciti dall’art. 3 della Costituzione con approfondimenti specifici sul tema dell’educazione alle pari opportunità, al rispetto delle differenze e al superamento dei pregiudizi e della prevenzione di ogni forma di violenza e discriminazione (VEDI Il Piano nazionale per l’educazione al rispetto)

iGloss@1.0

Uno strumento per contrastare comportamenti dannosi online e allo stesso tempo accrescere la conoscenza del fenomeno è “iGloss@1.0 , l’Abc dei comportamenti devianti online”, elaborato dal Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità. Il glossario, nella ricognizione dei termini specialistici sui comportamenti online a rischio, offre una sintetica spiegazione delle principali caratteristiche delle condotte devianti e dei risvolti socio-giuridici. L’obiettivo non è esclusivamente descrivere e inquadrare i nuovi fenomeni della devianza online, ma favorire, altresì, l’acquisizione di consapevolezza sulle conseguenze sociali e giudiziarie di queste specifiche trasgressioni. Il glossario, disponibile online sul sito del Ministero della Giustizia (http://www.iglossa.org/), è rivolto a operatori dei servizi sociali, sanitari, giudiziari, giovani e loro genitori.

I#Supererrori – la miniserie

 

CLICCA SULL'IMMAGINE


Per scoprire i rischi della rete e i comportamenti scorretti che nell’uso di questa si possono generare, è stata realizzata, nell’ambito del progetto Generazioni Connesse,  la divertente quanto istruttiva miniserie I#Supererrori, personaggi dei cartoon che,  attraverso le loro disavventure quotidiane, insegnano ai ragazzi a comprendere e conoscere meglio i pericoli della Rete e a prevenire questi pericoli, utilizzando con consapevolezza e padronanza le risorse di Internet!
LINK alla miniserie completa: 
http://www.generazioniconnesse.it/site/it/la-miniserie/

Cittadinanza digitale

Sulla piattaforma "Programma il futuro", seguendo il percorso "Cittadinanza digitale" sono proposti dei video, rivolti ad alunni della Scuola Primaria e Secondaria di primo grado, per sviluppare le competenze trasversali necessarie all'utilizzo dei dispositivi digitali con responsabilità ed efficacia. 

LINK alla pagina: https://programmailfuturo.it/come/cittadinanza-digitale

VADEMECUM utilizzo tecnologie digitali (VEDI)

Il Vademecum è una guida operativa per conoscere e orientarsi nella gestione di alcune problematiche connesse all'utilizzo delle tecnologie digitali da parte dei più giovani.
Il documento è strutturato in due parti:
• una sezione dedicata all’approfondimento - con riferimenti teorici e operativi - di alcune problematiche quali: il cyberbullismo, i siti pro-suicidio, i siti pro-anoressia e pro-bulimia,il gioco d’azzardo online, la pedopornografia online, l’adescamento online, il sexting, il commercio online, i videogiochi online e la dipendenza da Internet;

• una sezione con i riferimenti dei servizi a cui è possibile rivolgersi a livello regionale, qualora ci si trovi a dover gestire una delle situazioni prese in considerazione.

VADEMECUM bullismo e cyberbullismo (VEDI)

Si tratta di un Vademecum per ragazzi, famiglie e scuole curato dalla Prefettura di Rovigo e dall’Ufficio Territoriale del Governo. strumento educativo utile per prevenire i
fenomeni del bullismo e del cyberbullismo, in modo che i ragazzi possano orientarsi in maniera sicura e protetta nel mondo reale ma anche in quello virtuale.

 

DISTRIBUZIONE DELLA COSTITUZIONE NELLE SCUOLE

In raccordo con le iniziative per le celebrazioni dei 70 anni dall’entrata in vigore della Costituzione Italiana, al fine di divulgarne e promuoverne i valori fondanti di democrazia, libertà, solidarietà e pluralismo culturale, il MIUR, in accordo con il Quirinale e con il Senato della Repubblica, ha curato la distribuzione di una copia del testo alle studentesse e agli studenti delle Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.
I temi e i valori della Costituzione sono al centro del Piano Nazionale per l’Educazione al Rispetto, presentato dal MIUR il 27 ottobre scorso per promuovere nelle scuole azioni educative di cittadinanza attiva e globale, ribadendo con forza, a partire proprio dall’articolo 3 della nostra Costituzione, che tutte le cittadine e tutti i cittadini, tutte le studentesse e tutti gli studenti, sono eguali e hanno pari dignità sociale, senza distinzione. Il Piano viene promosso attraverso la campagna di comunicazione #Rispettaledifferenze.

APPUNTAMENTI

“Bullismo, cyber bullismo e sexting”(VEDI)

Dedicate ai “Genitori del terzo millennio” le serate sul tema “Bullismo, cyber bullismo e sexting”_opportunità e rischi di essere sempre on-line, organizzate dall’Enaip Veneto. Gli incontri, di cui si allegano dépliant e locandina, si terranno presso le scuole Secondarie di 1^grado “Ambrosoli”, “Giuriolo” e “Mainardi”, appartenenti alla rete Orientainsieme, rispettivamente nei giorni 13 – 21 – 28 marzo 2018.

“WHAT’S NEXT” (VEDI)

Sul tema delle pari opportunità, il 9 Marzo 2018, al teatro Busnelli di Dueville, alle ore 20.30, si è tenuto l’evento intitolato “WHAT’S NEXT”, acronimo di “Women Have A Tech Sensibility” (Le Donne hanno una Sensibilità Tecnologica) organizzato in occasione de “La settimana del Rosadigitale“.
L’evento ha visto protagonista il racconto avvincente di otto donne che hanno avviato progetti e ottenuto riconoscimenti professionali attraverso la tecnologia, condividendo con il pubblico in sala le loro esperienze e visioni.
L’evento è stato organizzato dall'Associazione Fablab Dueville in collaborazione con il Comune di Dueville e la Coop. Il Mosaico.

Istituto Comprensivo Don Bosco di Monticello Conte Otto (VI), Via Vivaldi, 2 - 36010 Monticello Conte Otto (VI) Italy
Tel. +39 0444 945 923 PEO: viic850004@istruzione.it PEC: viic850004@pec.istruzione.it CF: 80018930240 CM: viic850004
a cura di Mario Varini - EUCIP IT Administrator certified.
CMS Drupal ver. 7.60 del 18/10/2018 agg. 19/10/2018• XHTMLCSS

Privacy - Cookie Policy

Sito realizzato nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web
Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia

Licenza Creative Commons

Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo (3.0 Italia) per permetterne
la diffusione e il riuso liberi con citazione degli autori e con l'indicazione che potrà essere utilizzato dalle scuole italiane che ne faranno richiesta.

Per informazioni, solo se appartenenti a Pubblica Amministrazione, contattare Mario Varini con e-mail istituzionale ( @istruzione.it )